Garanzia dei depositanti


L'assicurazione dei depositi costituisce una delle componenti fondamentali su cui si fonda la rete di sicurezza tesa ad assicurare la stabilità del sistema bancario.

Si riconosce e si tutela in tal modo la funzione sociale del risparmio e la funzione monetaria dell'intermediazione bancaria, evitando, al contempo, traumatiche ripercussioni per i depositanti in caso di dissesti bancari.

Scopo della garanzia dei depositi è di offrire tutela al risparmiatore inconsapevole, che non dispone degli strumenti per valutare in modo adeguato il livello di rischio dei soggetti cui affida il proprio risparmio.

La direttiva 2014/49/UE, che innova la disciplina contenuta nella direttiva 94/19/CE, come modificata dalla direttiva 2009/14/CE per quanto riguarda il limite di copertura e i tempi di rimborso, è stata recepita nell’ordinamento italiano con il decreto n. 30 del 15 febbraio 2016, pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 56 dell’8 marzo 2016.

Il limite di copertura è pari a 100.000 euro per depositante e per banca.

I tempi di rimborso, sono fissati in 7 giorni lavorativi a decorrere dalla data in cui si producono gli effetti del provvedimento di liquidazione coatta amministrativa.
Ai sensi dell’art. 96-bis.1 del Testo Unico Bancario, sono oggetto di garanzia da parte del Fondo i crediti relativi ai fondi acquisiti dalle banche con obbligo di restituzione, in euro e in valuta, sotto forma di depositi o sotto altra forma, nonché gli assegni circolari e i titoli ad essi assimilabili.

I saldi temporanei elevati
In taluni casi, la legge prevede una tutela rafforzata per determinate esigenze sociali.
Il limite di 100.000 euro non si applica, nei nove mesi successivi all'accredito o al momento in cui divengono disponibili, ai depositi di persone fisiche aventi ad oggetto importi (saldi temporanei elevati) derivanti da: a) operazioni relative al trasferimento o alla costituzione di diritti reali su unità immobiliari adibite ad abitazione; b) divorzio, pensionamento, scioglimento del rapporto di lavoro, invalidità o morte; c) pagamento di prestazioni assicurative, di risarcimenti o di indennizzi, in relazione a danni considerati dalla legge come reati contro la persona o per ingiusta detenzione.


Chiarimenti del Fitd


Tutela dei Conti Cointestati
Vai


ragazza sotto l'ombrello